Castel Guelfo di Bologna

Buttafuori ucciso: indagato non risponde

Interrogato dal pm Roberto Ceroni, si è avvalso della facoltà di non rispondere il bolognese accusato di favoreggiamento nell'ambito dell'indagine che lunedì scorso ha portato all'arresto del 59enne Stefano Monti, accusato dell'omicidio di Valeriano Poli: il buttafuori di 34 anni ucciso il 5 dicembre del 1999. Secondo gli investigatori l'uomo era presente la sera della rissa che, nove mesi prima del delitto, ha visto protagonisti Poli e Monti e per quest'ultimo avrebbe poi costituito il movente dell'omicidio. L'indagato è accusato di favoreggiamento perché avrebbe tentato di minimizzare o ritrattare l'episodio a favore di Monti quando fu sentito dalla squadra Mobile della polizia. "Il mio assistito era già stato sentito a sommarie informazioni tempo fa - ha spiegato l'avvocato Alessandra Altavilla - e quindi ci siamo avvalsi della facoltà di non rispondere. Aspetteremo la conclusione delle indagini, visto che la Procura dice che sono ancora in corso, e poi vedremo come replicare alle contestazioni".

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie